Uffici

IMU TASI SALDO 2015. Indicazioni per il pagamento.

Per IMU e TASI, l’Amministrazione Comunale ha avviato, in via sperimentale, il servizio di bonifica della banca dati comunale ed invio dei modelli F24 precompilati a Saldo. In questa prima fase della sperimentazione l’invio degli F24 è rivolto esclusivamente ai soggetti che hanno una situazione catastale certa e il loro versamento corrisponde esattamente con quanto dovuto. E’ tuttavia possibile accedere ai propri dati IMU/TASI direttamente dal Sito internet del Comune, www.comune.cormons.go.it , nella sezione Tributi Comuni Associati Collio-Isonzo - Mossa, link “IUC IMU - TASI calcolo on-line”. Il contribuente è tenuto a verificare la correttezza dei dati proposti poiché per gli stessi si fa riferimento sia alla situazione catastale (aggiornata al 31.12.2014) sia ad altre informazioni complesse (diritti di abitazione/uso, inagibilità, ecc.) che l’Ente potrebbe non conoscere. Chi paga l’IMU?L'imposta è dovuta dai possessori di beni immobili siti sul territorio del Comune a qualsiasi uso destinati, con l'esclusione dell'abitazione principale e delle pertinenze (eccetto immobili censiti nella categoria A/1, A/8, A/9).Chi paga la TASI?Il tributo è dovuto per la sola abitazione principale (In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria. Al fine di semplificare gli adempimenti posti a carico dei contribuenti, ogni possessore ed ogni detentore effettuano il versamento della TASI in ragione della propria percentuale di possesso o di detenzione, avendo riguardo alla destinazione, per la propria quota, del fabbricato, conteggiando per intero il mese nel quale il possesso o la detenzione si sono protratti per almeno quindici giorni).Come ottenere il calcolo IMU e TASI dal “IUC calcolo on-line”?Sul sito internet del Comune, www.comune.cormons.go.it, nella sezione Tributi Comuni Associati Collio_Isonzo - Mossa, link “IUC IMU - TASI calcolo on-line” al quale si può accedere inserendo il proprio codice fiscale. Il contribuente troverà la situazione risultante dagli archivi forniti dall’Agenzia delle Entrate – Sezione Territorio, e, dove possibile, bonificati da parte dell’Ufficio Tributi. Nel caso in cui i dati riportati non corrispondano alla realtà, il programma permette di modificare i propri dati per ottenere il modello F24 necessario al pagamento dei tributi dovuti. Al momento della stampa dell’F 24 il contribuente può inviare al Comune i dati modificati (scelta che La preghiamo di effettuare) al fine di permettere all’Ufficio Tributi la bonifica della Sua posizione. Si tenga presente che il calcolo TASI è stato effettuato considerando che l’immobile/gli immobili sia/siano detenuto/i dal proprietario (cioè non locato/i o comunque non utilizzato/i da terzi). Poiché l’Ente non è in possesso di informazioni relative alle locazioni/comodati/concessioni in uso, qualora uno o più immobili risultasse in uso a terzi è indispensabile comunicare, a mezzo del questionario qui allegato, il codice fiscale dell’utilizzatore e i dati catastali identificativi dell’immobile concesso in uso.Ci sono altre modalità per ottenere il calcolo IMU e TASI?In alternativa, il contribuente può effettuare il conteggio (personalmente o tramite sostituto, Caaf e professionista) e successivamente comunicare all’Ufficio Tributi (di persona o a mezzo e-mail) la discrepanza dei calcoli. La comunicazione può essere effettuata anche direttamente dal sostituto, Caaf e professionista per conto del contribuente. L’Ufficio Tributi del Comune è a disposizione per eventuali chiarimenti.TRIB TARIFFE, ALIQUOTE ESENZIONI, AGEVOLAZIONI CODICI TRIBUTO TASI Abitazione principale: aliquota 0,8 ‰ Altri Immobili, aree edificabili: aliquota 0 ‰ Immobili di categoria C/1 e D (escluso D/10): aliquota 0 ‰ Fabbricati rurali ad uso strumentale: aliquota 0 ‰ 3958 ABITAZIONE PRINCIPALEIMU L'abitazione principale è esente IMU (tranne le categorie cat. A1, A8, A9) Abitazione principale di cat. A1, A8, A9: aliquota 4‰ e detrazione di 200 Euro Altri immobili, aree edificabili: aliquota 7,6‰. Terreni agricoli: aliquota 7,6‰. Fabbricati ad uso produttivo (gruppo catastale D): aliquota 7,6‰ Così suddivisa: aliquota 7,6‰ - Stato 3912 ABITAZIONE PRINCIPALE 3916 AREE EDIFICABILI 3918 ALTRI FABBRICATI 3925 FAB. “D” STATOAbitazioni concesso in comodato gratuito* Ai sensi dell'art. 10.B, comma 3 del vigente Regolamento I.U.C., è stata istituita l'assimilazione all'abitazione principale per "l'unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale; La predetta agevolazione può essere applicata ad una sola unità immobiliare." Tale beneficio viene concesso a seguito di istanza prodotta dal richiedente su modulo predisposto dal Comune, entro e non oltre il 16 dicembre dell'anno d'imposta.Quando pagare?Il saldo dell’imposta dovrà essere versato entro il 16 dicembre 2015.f.to Il Responsabile del Servizio TributiPer ulteriori informazioni (aliquote, Regolamenti) è possibile rivolgersi allo sportello dell’Ufficio Comune Tributi “Collio-Isonzo”: