LA GRANDE GUERRA ( 1914 - 1918 )

Carissimi Compaesani,

nella ricorrenza dei 140 anni della prima autonomia comunale, prioritariamente, si vogliono ricordare le sofferenze che la comunità di Mossa ha patito a seguito dell'immane tragedia della grande guerra ( 1914 - 1918 ). Appartenendo all'Impero Austro Ungarico, il coinvolgimento bellico per la nostra comunità é iniziato ben prima del 24 maggio 1915. Tantissimi cittadini, fin dal 1914, sono stati arruolati ed inviati sui fronti orientali dell'Impero ( Galizia, Bucovina, Carpazi, Serbia, ecc. ). Molti non sono ritornati.

Dopo l'occupazione italiana e fino al completo sfollamento del paese ( 04 febbraio 1916 ) la popolazione ha subito gravi perdite in vite umane, specialmente a seguito dei bombardamenti. Non meno grave risultava la vita di quanti erano partiti profughi in Austria e in Italia.

Per la nostra comunità, i registri parrocchiali sono una delle principali fonti risalenti all'epoca e prontamente visionabili; dalla loro consultazione emergono dati estremamente precisi riguardo il periodo bellico, con particolare riguardo ai tanti che sono morti in guerra, nel paese, a causa dei bombardamenti, e anche come profughi, sia in Austria-Ungheria che in Italia.

Dall'estrapolazione dei dati da tali registri, sono state eleborate le seguenti tabelle:

  • militari della comunità di Mossa morti o dispersi con la divisa austro ungarica ( n° 33 )
  • civili della Comunità di Mossa morti a seguito di eventi bellici ( n° 31 + 3 prigionieri austriaci sepolti a Mossa )
  • profughi della comunità di Mossa morti  in Austria Ungheria ( n° 14 )
  • profughi della comunità di Mossa morti in Italia ( n° 64 )

Anche se l'attendibilità dei dati rinvenuti nei registri parrocchiali risulta senz'altro fuori discussione, in quanto i parroci all'epoca erano anche Ufficiali di stato civile, la lettura dele suddette tabelle, in ogni caso, deve essere effettuata sempre con il "beneficio di inventario".

Vi invito, pertanto, in un'ottica di collaborazione finalizzata ad ottenere la più alta aderenza alla verità storica, a segnalare eventuali errori e/o omissioni, che qualora rilevati, potranno essere così prontamente corretti e/o integrati.

Inoltre, ai fini di costruire un archivio digitalizzato del periodo di inizio 900, Vi invito cortesemente a recapitare a questo Comune eventuali documenti, fotografie raffiguranti luoghi, parenti e/o conoscenti ( possibilmente con l'indicazione dell'eventuale persona raffigurata ). Questo materiale sarà particolarmente prezioso e una volta digitalizzato, Vi verrà restituito.

In tal caso Vi prego di prendere contatti con l'ufficio tecnico comunale, che provvederà a digitalizzare il materiale.

Con affetto

                                                                                       Il Sindaco:

                                                                           - dott.ssa Elisabetta Feresin -